Seminari e conferenze

I seminari saranno tenuti presso le Scuole che ne faranno richiesta inviando una email a info@lanuovalimonaia.it, fatta salva la disponibilità del relatore.

 

ASTRONOMIA E ASTROFISICA

Titolo: Onde gravitazionali e Virgo
Relatore: Carlo Bradaschia – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Pisa
Durata: 1 ora e mezzo sia a Cascina che presso le scuole
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo: Gli occhiali rosa di Emanuele
Relatore: Alessandro Brez, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie inferiori, superiori e pubblico in generale
Sommario: Lo scopo principale è qello di dare una misura della casa in cui abitiamo e di come cambia la percezioine del panorama attorno a noi se ci togliamo gli occhiali rosa di Kantiana memoria e guardiamo l’universo con tutti i suoi colori, cosa possibile solo oggi con i telescopi orbitali. I temi trattati sono:

  • Il cielo delle stelle fisse come calendario: il sentimento della vita dei popoli antichi riflesso nei miti delle costellazioni
  • La visione geocentrica dell’universo comparata al sistema eliocentrico
  • La natura della luce: i fotoni fatti della stessa «sostanza» che spinge il motore di un treno o scalda l’acqua di un boiler
  • Conseguenze della natura ondulatoria della luce; per vedere lontano non basta un grande telescopio, serve proprio  un telescopio grande
  • Cosa significa c=300.000km/s ; velocità fulminea per i nostri sensi, da lumaca per le dimensioni cosmiche
  • Comparazione fra il sistema solare e la distanza delle stelle più vicine
  • Gli occhiali rosa: noi siamo  sensibili a un’ottava dello spettro elettromagnetico; i nostri telescopi vedono 70 ottave. Esempio: le pulsar viste nell’ottico e ai raggiX
  • Le eccezionali proprietà della pulsar: 10.000 portaerei in un cucchiaino da caffè
  • La visione profonda di Hubble e il conto delle galassie.
  • Catastrofi nell’Universo: scontri di galassie. Lo scontro prossimo venturo, quello della Via Lattea con Andromeda
  • La foto attuale dell’universo a noi visibile
  • Descrizione del principio di funzionamento e della realizzazione del telescopio orbitale per raggi gamma Fermi/GLAST

Titolo: Le dimensioni del cosmo: da Aristarco di Samo alle immagini digitali
Relatore: Sergio Giudici – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Le immagini digitali costituiscono una risorsa didattica per la scuola. In questo incontro vogliamo mostrare come alcune fotografie di un’eclisse di luna possono introdurre l’astronomia elementare.

Titolo: Tracce di astronomia nella preistoria e nell’antichità
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Pubblico in generale

Titolo: La scoperta dei raggi cosmici
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Pubblico in generale

Titolo: Galileo Galilei e la nascita del Metodo Scientifico
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 seminari di 2 ore
Rivolto a: Studenti del triennio delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo:La rivoluzione del Sidereus Nuncius
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti del triennio delle scuole medie superiori e pubblico in generale

FISICA E STORIA DELLA FISICA

Titolo: La ricerca del Bosone di Higgs ( la lunga strada che conduce alla conoscenza del mondo fisico)
Relatore: Rino Castaldi – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Negli ultimi sessant’anni i fisici subnucleari sono stati capaci di costruire una teoria, il cosiddetto Modello Standard, che è in grado di descrivere con incredibile dettaglio tutte le proprietà delle particelle elementari di cui è costituita la materia. Le previsioni di questa teoria sono state verificate alla fine del secolo scorso con grandissima precisione al grande acceleratore LEP del CERN di Ginevra in cui fasci di elettroni e di positroni venivano fatti scontrare dopo essere stati accelerati fino a raggiungere velocità di pochissimo inferiori alla velocità della luce. Nonostante questi incredibili successi del modello, vani sono stati i tentativi di rivelare a queste grandi macchine acceleratrici quella particella, il così detto bosone di Higgs, che la teoria prevede debba esistere per poter dare coerenza a tutto il modello. L’insuccesso di questa ricerca ha spinto la comunità internazionale dei fisici subnucleari a progettare e costruire il Large Hadron Collider (LHC), l’acceleratore di particelle più grande e più potente del mondo. Dopo vent’anni da quando questo progetto ha preso forma, il 04/07/2012, è stato annunciato al mondo che i due esperimenti CMS e ATLAS hanno osservato, indipendentemente,  una nuova particella con le caratteristiche previste per il bosone ipotizzato da Higgs. I due esperimenti  nel 2012 hanno confermato con maggiore statistica l’esistenza di questa particella.

Titolo: I mini-Big Bang prodotti al grande acceleratore di particelle del CERN stanno gettando nuova luce sulle leggi che governano l’Universo
Relatore: Rino Castaldi – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Al CERN, nei pressi di Ginevra sul confine tra la Svizzera e la Francia, in un tunnel circolare di 27 Km di circonferenza, scavato cento metri sottoterra, il Large Hadron Collider (LHC), l’acceleratore di particelle più grande e più potente del mondo, sta facendo scontrare particelle subatomiche ad altissima energia riproducendo quelli che possono essere considerati dei veri e propri mini-Big Bang.

Titolo: Bruno Pontecorvo e la sua eredità di uomo e di scienziato
Relatore: Rino Castaldi – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, sezione di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario:Vengono ripercorsi i vari periodi della vita di questo grande fisico italiano del XX secolo, inquadrandoli nel difficile contesto storico in cui si sono articolati, e illustrati i punti salienti della sua lunga attività di scienziato che con ipotesi ardite e intuizioni geniali ha contribuito in modo decisivo allo sviluppo della fisica moderna ponendo questioni che ancora oggi aspettano una risposta definitiva.

Titolo: Il colore del cielo, il raggio verde e l’arcobaleno
Relatore: Sergio Giudici – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: I fenomeni ottici sono paradigmatici per comprendere il complesso rapporto tra realtà e rappresentazione. Vengono discusse le teorie che storicamente sono state proposte per spiegare alcuni fenomeni atmosferici.

Titolo: Enrico Fermi, un grande fisico, tra scienza e storia
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo: Enrico Fermi e il Nobel: tra genio e caso
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1 ora
Rivolto a: Pubblico in generale

Titolo: Marie Curie e la nascita della Fisica Medica
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo: Da Pisa a Mosca: la vita avventurosa di uno scienziato pisano, Bruno Pontecorvo
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Pubblico in generale

Titolo: La radioattività: un fenomeno naturale
Relatore: Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1 ora
Rivolto a: Pubblico in generale

INFORMATICA

Titolo: Il cammino dell’informazione, da Saffo a Terminator 3
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori

Titolo: Breve storia dell’Informatica
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori

Titolo: Mente e macchine
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori

MATEMATICA

Titolo: La ribellione del numero
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori

Titolo: Il caso e la necesità
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori

PALEOPATOLOGIA

Titolo: Giovanni dalle Bande Nere (1498-1526): vita e morte (annunciata?) di un capitano di ventura
Relatore: Gino Fornaciari – Professore Ordinario di Storia della Medicina, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Quale fu la vera causa della morte del leggendario capitano di ventura Giovanni de’ Medici (1498-1526), noto anche come Giovanni dalle Bande Nere? Fu ucciso su commissione, come sospettarono alcuni, con un’amputazione volutamente mal eseguita?
Vecchio di cinque secoli, il caso è stato ora risolto dai ricercatori della Divisione di Paleopatologia dell’università di Pisa grazie allo studio dei resti scheletrici con le più moderne tecniche diagnostiche.

SCIENZE DELLA VITA

Titolo: Modelli Animali Geneticamente Modificati per la Ricerca Biologica e Biomedica

Relatore: Irma Nardi – Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori
Sommario: L’ argomento riguarda le moderne biotecnologie molecolari e cellulari che consentono di modificare geneticamente opportuni modelli animali  riproducendo anche le basi genetiche  di  malattie umane (come tumori, malattie neurodegenerative etc). Tali modelli permettono  di acquisire, in sistemi “in vivo”, importanti informazioni sia sul   funzionamento dei geni,   sia sui meccanismi molecolari/cellulari che   stanno alla base di molte patologie e quindi di testare opportune strategie terapeutiche.

Titolo: Riflessioni sulla genetica moderna a 150 anni dalla pubblicazione delle leggi di Mendel (1865)
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori
Sommario: A partire dalle leggi di Mendel, pubblicate nel 1865 ma rimaste incomprese per il loro grande valore euristico fino ai primi del ‘900, verrà proposto un percorso di riflessioni sui successi, le ambizioni e le illusioni della Genetica  e sull’impatto che questa ha avuto sulla società e sulla cultura contemporanea. In particolare si discuterà delle conseguenze della rappresentazione meccanicista e deterministica della vita che ha prevalso per buona parte del XX secolo partendo dall’assunto  che  i geni agiscano in modo indipendente l’uno dall’altro e dal contesto in cui si trovano, come fanno i  componenti di una macchina progettata dall’uomo. 

Titolo: Salute e farmaci, chi sceglie la cura?
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori
Sommario: L’Italia è il quinto mercato farmaceutico al mondo, vi si consumano quantitativi enormi di farmaci, circa 1,5 miliardi di confezioni l’anno, in gran parte inutili o dannosi, per una spesa di 42 milioni di euro al giorno. Cerchiamo di capire perché di fronte a un crescente consumo dei farmaci non si osserva un miglioramento dello stato di salute generale. Sapere come le industrie farmaceutiche si sono appropriate della gestione della nostra salute potrà aiutarci a scegliere meglio come curarci e a essere consapevoli di un problema etico che tocca ciascuno di noi.

Titolo: Il linguaggio: innato o acquisito?
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori
Sommario: Le domande su questa facoltà così peculiare della nostra specie sono molte. Tra queste se ne affronta una che si inserisce il dibattito senza fine su ciò che è innato e ciò che è invece acquisito nel corso dello sviluppo.

Titolo: Il razzismo, tra pseudoscienza e pregiudizio
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Si passa in rassegna il percorso storico del razzismo scientifico che ha avuto gravi ripercussioni sul piano culturale e sociale e si rivede il concetto di razza alla luce degli studi genetici che hanno dimostrato come esso non corrisponda ad alcuna entità scientificamente riconoscibile nell’ambito della condizione umana e non serve a comprendere le basi delle differenze biologiche e culturali della nostra specie.

Titolo: Viaggio al centro della cellula.
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: In modo semplice e piano si presentano le metodiche di studio molto innovative che hanno reso possibile ricostruire il traffico di molecole all’interno del nucleo e tra nucleo e citoplasma e capire come l’attività del DNA viene regolata in risposta a diversi segnali endogeni e esogeni.

Titolo: La teoria dell’evoluzione e il cancro
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori
Sommario: Il processo che porta allo sviluppo del cancro è un fenomeno molto studiato e, anche se è ancora poco compreso, può essere inquadrato nella teoria dell’evoluzione di Darwin.

Titolo: La figura di Guido Pontecorvo, il genetista
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Si delinea la figura e l’attività di un personaggio che ha dato dei contributi notevoli allo sviluppo delle conoscenze del settore, utilizzando metodi innovativi e non convenzionali che hanno avuto importanti ricadute nel campo della genetica e della biologia umana in particolare.

Titolo: Globalizzazione e salute: nuove prospettive e nuovi rischi nell’era della genomica
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: La globalizzazione ha diversi risvolti legati alla salute individuale e collettiva. In questo contesto si inserisce una riflessione sulle ricadute scientifiche delle nuove acquisizioni in campo biologico, soprattutto in relazione al rapido cambiamento degli strumenti di indagine che sta modificando radicalmente il modo di rispondere a vecchie domande, ponendo a sua volta interrogativi nuovi.

Titolo: Stephen J. Gould, l’uomo, la ragione e la passione
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Si delinea la figura e l’attività di una persona di grande cultura e umanità, che ha dato dei contributi notevoli allo sviluppo della teoria dell’evoluzione e che è noto al grande pubblico per aver fatto della divulgazione scientifica una vera e propria arte.

Titolo: Il significato evolutivo delle catastrofi
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: L’estinzione dei dinosauri è una delle catastrofi che ha maggiormente incuriosito il grande pubblico. I reperti fossili ci raccontano di molti altri episodi meno noti che hanno influito sull’evoluzione della vita sulla Terra. Partendo da questi si fa una riflessione sulla revisione della teoria dell’evoluzione operata da Stephen J Gould.

Titolo: Adattamento e esattamento. Un dibattito incandescente sull’evoluzione
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Si discute uno dei principali contributi teorici di Stephen J Gould alla teoria dell’evoluzione e del dibattito che le sue idee hanno scatenato in ambito scientifico e sociale.

Titolo: Le responsabilità dello scienziato (le biotecnologie)
Relatore: Anna Maria Rossi professoressa di Genetica umana, Dipartimento di Biologia Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Seminario-dibattito per studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Si prendono in considerazione i molti interrogativi etici che si pongono nell’ambito delle applicazioni delle innovazioni biotecnologiche in campo biomedico, considerando anche alcuni esempi di usi impropri delle informazioni genetiche.

SCIENZA E MUSICA

Titolo: Dal Monocordo alle dodici note: contaminazioni tra Scienza e Musica
Relatore: Sergio Giudici – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Il pensiero scientifico ha sempre riverberato sulla musica occidentale. Si vuole ripercorrere il cammino da Pitagora alla musica contemporanea.

Titolo: Mozart gioca a dadi
Relatore: Sergio Giudici – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Un gioco musicale attribuito a Mozart è l’occasione per soffermarsi sul rapporto tra musica, calcolo combinatorio e strutture matematiche.

Titolo: Introduzione a Bach, con assaggini
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo: Come possedere 32 incisioni dell’Arte della Fuga e vivere felici
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

Titolo: Insalata di Fughe
Relatore: Francesco Romani – Professore Ordinario di Algoritmi e Strutture Dati
Durata: 1-2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale

SCIENZA E SOCIETA’

Titolo: Dalla scoperta della fissione nucleare ai bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki
Relatori: Prof. Francesco Lenci – CNR, USPID e Marco Maria Massai – Dipartimento di Fisica, Università di Pisa
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: Nel 1938 Otto Hahn e Fritz Strassmann, a Berlino, osservarono che, se colpiti da dei neutroni, i nuclei di Uranio si possono rompere: è la scoperta del fenomeno della fissione nucleare.   La preoccupazione che la Germania nazista grazie a questa scoperta potesse costruire armi di una potenza distruttiva mai prima immaginata spinse Albert Einstein, in una lettera concordata con Szilard e Wigner, a chiedere al Presidente degli Stati Uniti, Franklin D. Roosvelt, di  finanziare un progetto per la costruzione della bomba atomica. Nacque così nel 1942, nei Laboratori di Los Alamos in Nuovo Messico, il Progetto Manhattan. Il 6 Agosto 1945, alle ore 8.15 del mattino, il bombardiere americano Enola gay sganciò la prima arma atomica sulla città di Hiroshima. Tre giorni dopo, il 9 Agosto, alle 11.02 del mattino, una seconda bomba, al Plutonio, fu lanciata su Nagasaki. La decisione del Presidente Truman di lanciare le due bombe atomiche sulle due città giapponesi è stata l’ultima azione militare della seconda guerra mondiale o non piuttosto il primo importante atto di guerra fredda nei confronti dell’Unione Sovietica ed il primo passo lungo il cammino della corsa agli armamenti nucleari?

Titolo: Un mondo libero da armi nucleari. Fattibile? Desiderabile?
Relatore: Prof. Francesco Lenci o altri del Consiglio Scientifico dell’USPID
Durata: 2 ore
Rivolto a: Studenti delle scuole medie superiori e pubblico in generale
Sommario: A 59 anni dal Manifesto Russell-Einstein (1955) e 44 dal Trattato di Non Proliferazione (TNP, 1970) e dopo il lungo periodo di Presidenza Bush disastroso per gli accordi bi- e multi-laterali sul controllo degli armamenti, l’obiettivo del disarmo nucleare sembra finalmente di nuovo al centro dell’attenzione di Stati Uniti e Federazione Russa.